fbpx
Rassegna I Gradini dell’arte 2021

Rassegna I Gradini dell’arte 2021

Godersi la frescura della sera sulle colline bolognesi in compagnia della cultura, del teatro e della musica in maniera completamente gratuita è qualcosa che la nostra comunità rende possibil.

Anche quest’anno il suggestivo Anfiteatro del parco di Villa Spada si animerà con spettacoli teatrali e un appuntamento musicale a fianco al memoriale dedicato alle donne partigiane cadute per la libertà. La rassegna, curata da Tomax Teatro, sarà completamente gratuita per il pubblico grazie al contributo del Quartiere Porto Saragozza ed è inserita nell’ambito di Bè Bologna estate 2021.

Ad inaugurare la rassegna giovedì 1 luglio alle ore 21 lo spettacolo “Personaggi sospesi” che, prendendo spunto da quanto vissuto da tutti noi durante la pandemia, vedrà i propri personaggi liberarsi dalle battute scritte per loro e, grazie all’aiuto del pubblico, avviarsi verso il sentiero dell’autocoscienza e della consapevolezza.

Giovedì 8 luglio lo spettacolo “Le ceneri della fenice” aprirà le porte dell’immaginario: il vagare di uno schiavo persiano alla ricerca dell’amore perduto si trasforma in un viaggio ricco di incontri e in un’occasione per il pubblico per rivisitare antichi autori.

Giovedì 15 luglio con “Strade sui sassi” per la regia di Amalia Ruocco vanno in scena gli elementi : acqua aria fuoco e terra si alterneranno in un turbinio di danze circensi intorno al mito dell’umanità, la cui superbia provoca distruzione e devastazione.

Giovedì 22 luglio è la volta dell’appuntamento musicale in cui seduti sulla collina al fresco della sera si potrà godere il ritmatissimo concerto degli “Induo Band”.

Giovedì 29 luglio, con la regia di Alice De Toma, lo spettacolo sulla salute mentale “I giudizi degli altri” riporterà in vita celebri artisti che hanno vissuto esperienze di manicomio in preda a solitudine e bisogno d’amore. Un’occasione per far vibrare le corde delle proprie anime e chiedersi quale sia il limite tra la follia e la disperazione.

Martedì 7 settembre  “Due vecchiette vanno al nord”: con due “attempate” Thelma e Louise si affronta il tema della morte attraverso l’ironica scrittura del drammaturgo francese Pierre Notte. Francesca Mazza e Angela Malfitano interpretano due sorelle, anziane, un po’ represse, arrotondate dal tempo.

La prenotazione è obbligatoria. Sarà possibile prenotare sul sito di Tomax Teatro https://www.tomaxteatro.it/rassegna-i-gradini-dellarte-2021/   segnalando se si viene accompagnati da congiunti o da membri dello stesso nucleo familiare. Info: 3334783627 – info@tomaxteatro.it

L’orario di inzio è ore 21.00 per tutti gli eventi.

LA FINE DI TUTTE LE COSE – Spettacolo Domenica 23 Febbraio

LA FINE DI TUTTE LE COSE – Spettacolo Domenica 23 Febbraio

All’interno di un Pronto Soccorso, una donna su sedia a rotelle attende di essere visitata. Tra le mani ha un cellulare, spera in una chiamata da parte di sua figlia. Travolta dai ricordi, vive un momento di solitudine che la porta ad aver paura di essere dimenticata.

 

La fine di tutte le cose è un monologo commovente scritto da Alessandra Schiavoni e interpretato dall’attrice Alessandra Frabetti. Le scene corali dello spettacolo saranno recitate dai partecipanti del laboratorio teatrale Nessuno Escluso – che spettacolo!,  progetto in collaborazione con il Quartiere Navile con il contributo del Comune di Bologna.

 

Lo spettatore sarà protagonista di un flusso di pensieri sul tempo che passa e avrà modo di riflettere sulle vere ricchezze dell’esistenza, attraverso un’interpretazione a tratti commovente e a tratti divertente.

 

L’appuntamento è fissato per Domenica 23 Febbraio c/o Sala Centofiori via Gorki, 16.

INGRESSO GRATUITO

PRENOTAZIONE POSTI SPETTACOLO A QUESTO LINK
BOLOGNA NON DIMENTICA – Progetto sulla strage del 2 agosto

BOLOGNA NON DIMENTICA – Progetto sulla strage del 2 agosto

Un boato, poi il silenzio. Cosa rimane oggi del 2 agosto 1980?

Questa data è memoria da preservare e spirito di solidarietà da trasmettere. “Bologna non dimentica!’ è un progetto sull’attentato del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna rivolto alle nuove generazioni, ideato da Tomax Teatro e patrocinato dal Comune di Bologna.

Durante il percorso, sarà riservata particolare attenzione all’importante ruolo delle Istituzioni e alle conseguenze che derivano dalla violazione di alcuni principi costituzionali a tutela del cittadino. Si favoriranno quindi la partecipazione democratica l’impegno civile, con la volontà di formare una cittadinanza attiva attraverso forme di espressione artistica come il teatro, la scrittura e il cinema.

I ragazzi avranno l’occasione di incontrare Libero Mancuso (Giudice)Agide Melloni (autista 37)Gianni Flamini (Storico), Paolo Lambertini (Vicepresidente Associazione 2 agosto).

IN COSA CONSISTE?

1- Incontro con esperti e testimoni
2- Lavoro di ricerca, di scrittura scenica e trasposizione drammaturgica
3- Laboratorio di recitazione teatrale
4- Montaggio delle scene teatrali e creazione collettiva di uno spettacolo
5- Spettacolo finale all’Arena del sole
6- Documentazione video del lavoro

DOVE SI SVOLGERÀ?
Il progetto verrà realizzato presso:

  • Liceo Laura Bassi
  • Liceo Manzoni
  • Teatro Arena del Sole (spettacolo finale inserito nella rassegna delle scuole)

 

 

 

 

NESSUNO ESCLUSO – che spettacolo! Da gennaio i laboratori gratuiti

NESSUNO ESCLUSO – che spettacolo! Da gennaio i laboratori gratuiti

Nessuno escluso – che spettacolo! è un progetto di Tomax Teatro che per il secondo anno successivo ha ottenuto un finanziamento da parte del Comune di Bologna. Si tratta di un laboratorio didattico gratuito di 4 incontri (più uno spettacolo finale) che ha l’obiettivo di riscoprire i valori della condivisione e dell’inclusione sociale attraverso il coinvolgimento diretto di persone che si trovano in situazioni di fragilità sociale o economica quali, disoccupati, famiglie, pensionati, immigrati, e persone che stanno svolgendo percorsi di recupero.

È un vero e proprio percorso di educazione teatrale inteso sia come processo didattico che come risorsa per mettersi in gioco, ritrovare la fiducia in sé stessi e riscoprire la bellezza della condivisione con l’altro, includendo, anche e non solo, coloro la cui possibilità di partecipare pienamente alla vita sociale è maggiormente compromessa.

In collaborazione con Alice De Toma, i quattro laboratori di questa edizione saranno curati da Alessandra Frabetti, che sarà anche responsabile della Direzione dello spettacolo finale, dove verranno inserite alcune delle scene collettive provate durante i Laboratori.

Volete respirare lo spirito dello scorso anno? Ecco un video che racconta l’esperienza diretta dei partecipanti: https://www.youtube.com/watch?v=o7BE5CkQ2Xw

CALENDARIO INCONTRI

Gennaio 2020

  • Martedi 28, h 19-21 presso il Circolo Arci Brecht in via Bentini 20 

Febbraio 2020

  • Martedi 4, h 19-21 presso il Circolo Arci Brecht in via Bentini 20 
  • Martedi 11, h 19-21 presso il Circolo Arci Brecht in via Bentini 20 
  • Lunedi 17, h 19-21(Prove Generali) presso la Sala Centofiori Via Gorki, 16. Bologna.   

Spettacolo Finale

  • domenica 23, h 18  febbraio presso la Sala Centofiori Via Gorki, 16 (Bologna). 

ISCRIZIONI

progetti@tomaxteatro.it

Tentacoli, dall’incontro con i testimoni alla messa in scena delle storie

Tentacoli, dall’incontro con i testimoni alla messa in scena delle storie

Tentacoli è un modo per conoscere, capire e interpretare. Grazie al contributo del Comune di Bologna e al percorso Educalè, si inserisce all’interno del macro-progetto “Legalità e Giustizia” ideato da Tomax Teatro. Da cinque anni a questa parte l’associazione culturale svolge percorsi di educazione alla legalità rivolti alle nuove generazioni.

Dopo aver conosciuto e approfondito la Costituzione, cardine della nostra vita democratica, i ragazzi ascolteranno le testimonianze delle vittime di mafia. Successivamente prenderanno parte ai laboratori teatrali condotti da Alice De Toma e Max Giudici mettendo in scena una rilettura dei fatti.

L’obiettivo è sensibilizzare gli studenti affinché diventino cittadinanza attiva e consapevole dei propri diritti e doveri. Le attività sono volte a trasmettere il messaggio per cui ciascun individuo riveste un enorme valore all’interno della società: ognuno attraverso le proprie azioni può fare davvero la differenza.

Quest’anno il progetto interesserà le scuole superiori Piercrescenzi Pacinotti, il primo incontrò si terrà il 14 Novembre. Il programma si articola in diverse fasi:
  • Incontro con i testimoni 
  • Laboratorio di recitazione teatrale
  • Creazione di una lettura-spettacolo tra narrazione e immagini visive.

Attraverso il confronto, la creazione e l’immedesimazione la legalità e il suo valore assumono, così, contorni inediti.

Il progetto “Narrare le mafie. Sguardi sul contemporaneo tra azioni di contrasto e valorizzazione della cultura della legalità 2019”  è cofinanziato con i fondi della Legge Regionale 18/2016 “Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”.